È Natale; e non è per niente povero!

Sì amici, è Natale anche in questo 2020, anno che ricorderemo per il suo carico di fatica, di paure, di ferite seminate nel corpo e nell’animo di molti, ma non sarà un “ povero natale “ perché Lui, il Signore della luce e della pace viene a noi, e si è fatto precedere dallo Spirito Santo che ha parlato a Maria che lo accoglie come madre, ha parlato a Giuseppe preparandolo ad accogliere Gesù non come genitore ma come padre; e parla, oggi, a ciascuno di noi, e  chiede di essere accolto. Leggi tutto “È Natale; e non è per niente povero!”

Il Natale di Gesù

A coloro che non si stancano mai di amarci,
a quanti, con la loro vita si fanno per noi, pane di ogni giorno. Luca 15,11 – 32.

Tu Padre, baci i miei pensieri liberi, le speranze senza conferma e i desideri vivi.
Raccogli i corpi stanchi e ne afferri i semi.
Vai in tutte le strade e accompagni chi è smarrito,
mi rimani accanto quando tutto mi lascia. Leggi tutto “Il Natale di Gesù”

NASCE PER NOI E PER TUTTI UN BAMBINO…

“Buon Natale“ È il saluto più comune e normale che si usa in questi giorni; questo è vero ed è anche molto bello.  Anche noi ce lo diciamo in questa notte / giorno, e nei giorni a venire. Non so quante volte ognuno di voi ha celebrato il Natale di Gesù, io 72 volte e, forse, non ci ho ancora capito molto e sono quasi vecchio. E mi domando se riuscirò a capirlo prima di morire? Leggi tutto “NASCE PER NOI E PER TUTTI UN BAMBINO…”

Commento al Vangelo della quarta domenica di Avvento: Mt 1,18-24

Natale non è una storia neutrale! La storia umana segna un passaggio decisivo: c’è un prima  la nascita di Gesù e un dopo. Questo dovrebbe liberarci dalla tentazione di incatenarci alle statuine gessate del presepio, per riscoprirne il senso genuino e palpitante di vita, come lo aveva intuito e voluto S. Francesco a Greccio. C’è troppa pigrizia nei nostri presepi ridotti a favola. Leggi tutto “Commento al Vangelo della quarta domenica di Avvento: Mt 1,18-24”

Commento al Vangelo della terza domenica di Avvento: Mt 11,2-11

Colui che il nostro cuore attende viene e comincia la sua opera risanando l’umanità dalle sue molteplici fragilità. Tutto questo è riassunto nelle parole:” e i poveri sono evangelizzati “.

Lo stesso deserto, da luogo disabitato e inospitale si trasforma in luogo di vita possibile e bella, dove la vita ritrova le sue ragioni e le sue energie, dove gli smarriti di cuore ritrovano orizzonti di impegno e di cammino. È un invito ad andare verso il Signore della vita, e a riconoscere la vita come un dono del Signore. Leggi tutto “Commento al Vangelo della terza domenica di Avvento: Mt 11,2-11”