Avvento

Abbiamo ascoltato nella prima lettura, tratta dal libro del profeta Isaia e nel vangelo di Matteo, due voci diversissime, quasi contrapposte, due voci che parlano dal deserto e dal Giordano. Giovanni annuncia il fuoco e la scure, Isaia evoca un’armonia cosmica di creature riconciliate. Giovanni parla di un mondo da ricostruire, Isaia di un mondo e una vita che sono doni immensi e immeritati.  Leggi tutto “Avvento”

Qualcosa di cui vantarci

Siamo figli di una generazione che la povertà l’ha veramente sperimentata, quasi sempre subita, ci hanno cresciuti nella fierezza di essere, magari poveri, ma  soprattutto onesti, lavoratori, liberi, profondamente umani. 

Oggi apriamo il Vangelo di Luca e ascoltiamo le prime parole pronunciate da Gesù. Fino a questo momento, i Vangeli ci hanno parlato di Lui, ma queste sono le prime parole che Lui pronuncia in pubblico e che i Vangeli ci riportano: ”Oggi si è compiuta questa scrittura che voi avete ascoltato”. Leggi tutto “Qualcosa di cui vantarci”

Cristo Re! Un Dio dalle mani tese

Un Dio e Signore dalle mani tese non solo perché crocifisso, ma perché si è fatto mendicante di umanità. Dopo tante illusioni e tradimenti, finalmente un re di cui poterci fidare. Lui ci ha tenuto a mettere in chiaro che il suo Regno non è di questo  mondo, e aggiunge: ” non sono venuto per essere servito ma per servire e dare la mia vita perché voi viviate ” Mc. 10, 35, 45. Leggi tutto “Cristo Re! Un Dio dalle mani tese”

Dio? È il Signore!

Se Dio esiste non può essere che il Signore e con i signori si tratta sempre bene, diceva il mio amico, tornato da poco alla casa del Padre. Mi piace la saggezza di queste persone, religiose a modo loro ma sinceramente credenti nella maniera giusta.

Se Dio è il Signore, siamo tutti fortunati, da Lui non abbiamo nulla da temere, non ci dobbiamo nascondere, dobbiamo e vogliamo lasciarci trovare perché, Gesù lo definisce Leggi tutto “Dio? È il Signore!”