Commento al Vangelo della quinta domenica di Quaresima: Gv 12,20-33

Vogliamo vedere Gesù. Vogliamo incontrarlo. In questi giorni, un gruppo di liceali mi ha chiesto di parlare del volto materno di Dio. C’è un bisogno grande di incontrare, di percepire, di sentire che LUI, il Signore della vita c’è; lo si può incontrare nelle pieghe e nei tornanti, a volte complicati e complessi della vita. Ne parlano con commovente semplicità e dolore i familiari delle vittime di mafia, familiari dei tanti, troppi morti ammazzati con cui ci stiamo preparando al 21 marzo, festa di primavera; giornata della memoria e dell’impegno contro tutte le mafie. Leggi tutto “Commento al Vangelo della quinta domenica di Quaresima: Gv 12,20-33”

Obbedire solo alla felicità

obbedire solo alla felicità

Obbedire solo alla felicità. È un libretto fantastico di Roberto Mancini, edito nel 2014 a Romena. L’ho ritrovato in questi giorni cercando qualcosa di veramente bello per vivere in pienezza l’imminente arrivo della primavera e della Pasqua. Rileggerlo è stato un vero e proprio momento di grazia. Lo propongo a voi tutti; è piccolo, costa poco ma è una miniera di roba preziosa. Leggi tutto “Obbedire solo alla felicità”

Commento al Vangelo della quarta domenica di Quaresima: Gv 3,14-21

Nessun cammino è troppo lungo per chi crede, nessuno sforzo è troppo grande per chi ama: seminiamo oggi l’aurora di un giorno nuovo che verrà. Queste parole di un canto brasileiro ci introducono in questa liturgia quaresimale.

Le vicende di questi giorni nel nostro Paese, la probabile fine di una stagione politica e l’affacciarsi di nuove prospettive di convivenza civile, ci pongono davanti ad esigenti e urgenti riflessioni e responsabilità. Perché se è finita una stagione politica, non è finito il tempo di essere maggiormente umani e neppure l’esigenza di essere più coerentemente cristiani, e questo, ci interpella tutti. Leggi tutto “Commento al Vangelo della quarta domenica di Quaresima: Gv 3,14-21”