Giovanni Nerbini Vescovo di Prato

Carissimi confratelli sacerdoti,

in questo tempo di pandemia ho ricevuto, con una certa regolarità, riflessioni da un discreto numero di persone in sofferenza: laici, sacerdoti, uomini e donne, progressisti e conservatori. Le cause del disagio sono le più diverse ma tutte riconducibili in un modo o in altro alle limitazioni che la diffusione del coronavirus ha determinato: come facciamo a vivere privati dei sacramenti? Perché accettiamo limitazioni dal potere politico? Nel 1630 di fronte all’epidemia della peste la salma di san Carlo Borromeo fu portata in processione perché ora ci rassegniamo così velocemente? Ma la CEI appare confusa, essa stessa disorientata, di fronte alle decisioni del governo e scostante nelle prese di posizione!
Leggi tutto “Giovanni Nerbini Vescovo di Prato”

Paolo Rumiz e ciò che ci serve per essere ‘davvero’ liberi

Ha un sapore speciale questo 4 maggio. Porta con sé una gioia leggera per ciò che finalmente possiamo fare, tiene in serbo una dose di ansia, per questi rapporti umani condizionati dalla preoccupazione del contagio.
Di sicuro, però su questo giorno soffia il vento di una libertà possibile e ritrovata.
E a proposito di libertà, vorrei accompagnare questo giorno con la preghiera laica che ha scritto quest’anno un grande giornalista, scrittore e viaggiatore, Paolo Rumiz, in occasione del 25 aprile di quest’anno così impensabile, per Robinson di Repubblica.

Leggi tutto “Paolo Rumiz e ciò che ci serve per essere ‘davvero’ liberi”

25 aprile 2020

Resistere per costruire insieme un nuovo umanesimo di libertà

Perché questo 25 aprile – vissuto ieri con grande e intensa partecipazione – non sia presto dimenticato come ogni celebrazione puramente retorica, bisogna ripartire da una consapevolezza scomoda ma necessaria: abbiamo fatto un cattivo uso della libertà che ci è stata donata.
Leggi tutto “25 aprile 2020”